GIANNI SABATO TORNA IN FAMIGLIA

  • 31 luglio 2017
  • Blog

Settimo capitolo di ‘SUONO’ in un “Circle” stracolmo di gente e in consolle Gianni Sabato: cronaca di un successo annunciato. Un successo assicurato da un artista di evidente talento, disponibilità e gentilezza in parole e gesti che si è presentato con solarità e sorriso contagioso.

Gianni lo ammetto, per te non ho preparato nessuna domanda perché mi hanno parlato talmente bene che ho deciso piuttosto che un intervista di fare una bella chiacchierata. Inizio solo con tre parole: Plus Beat, Guendalina e Lecce.

“Praticamente la mia vita: la ‘Plus Beat’ è la mia label, il “Guendalina” è dove sono resident e quindi la mia casa e Lecce è da dove vengo, la mia città”.

E se toccassi il tasto Dìbeat?

“Tocchi un bel tasto perché sono come una seconda famiglia. Con loro e in Calabria mi sento come in Puglia, respiro anche qui il calore della mia terra. Anche se vivo a Milano resto sempre un super terrone”.

Conscendo l’ambiente e il pubblico ci avrai messo poco a preparare il set di stasera..

“In realtà il set non lo preparo. Non sai mai che pubblico ti troverai di fronte e bisogna avere la capacità di farlo divertire. Il talento sta in questo”.

Mi ha molto colpito un post di qualche settimana fa sulla tua pagina. Hai scritto ‘’fa della tua passione il tuo lavoro’’, è quello che hai fatto tu?

“Esatto, c’è un famoso detto che dice che se fai della tua passione il tuo lavoro non lavorerai mai un giorno della tua vita”.

Allora tu non lavori?

No, io mi diverto.

E se non avessi fatto il deejay? Hai mai pensato ad un piano B?

“Avrei lavorato in banca, seguendo le orme di mia madre”.

Parliamo dei piani futuri, hai qualcosa in uscita?

“Ho un sacco di dischi in uscita, e ad ottobre su ‘Plus Beat’ uscirà il mio album”.

Stasera hai ascoltato Nastia, cosa ne pensi?

Ci siamo conosciuti a Venezia suonavamo in un party molto importante. Lì lei suonava in pista 1 e io suonavo in pista 2 ma a cena siamo stati insieme. Quando Claudio mi ha chiamato per la serata e in calendario c’era anche lei mi son detto è la serata giusta. È stato bellissimo poi fare back to back nel finale”.

 

Dora Dardano